Il Castello di Sonnino a Montespertoli appartenuto Conti Alberti da Mangona e poi ai Machiavelli

Il Castello di Sonnino

castellosonnino
Castello di Sonnino
Il Castello di Sonnino si trova a poche centinaia di metri dal centro abitato di Montespertoli.

In epoca medievale, all'interno del Castello di Sonnino si trovava la Chiesa di Sant'Andrea, trasferita in seguito in Piazza Machiavelli.
In origine apparteneva ai Signori di Montespertoli un ramo dei Conti Alberti da Mangona, fino a quando nel 1393 si estinse la nobile famiglia e i beni passarono ai Machiavelli.

castellosonnino_1
Castello di Sonnino
I Machiavelli, le cui proprietà si estendevano su quasi due terzi del territorio di Montespertoli, oltre ad altre proprietà in Toscana, furono dei cultori ed amanti dell'arte. Molte delle opere di proprietà della famiglia Machiavelli furono donate ed andarono ad ornare la maggior parte delle chiese del territorio.

Il Castello rimase di proprietà dei Machiavelli fino alla fine del XVI secolo, quando divenne proprietà dei conti Galli-Tassi, i quali lo trasformarono nella villa gentilizia che possiamo ammirare oggi.
La torre, le cui fondamenta poggiano su un antico basamento medievale - periodo in cui fungeva da torre di avvistamento - fu realizzata nel 1810.

castellosonnino_2
Castello di Sonnino
In seguito, il castello, passò di proprietà del barone Giorgio Sidney Sonnino (Pisa, 1847 - Roma, 1922), fra i più noti uomini politici dell'Italia di fine Ottocento e studioso dei problemi dell'agricoltura e dei contadini in Italia come la “Mezzadria in Toscana” (1874) e “L'inchiesta sui contadini siciliani” (1876), nonché Ministero degli esteri del Governo del 1914.

 

a-itinerari_turistici
Itinerario - Architettura del Medioevo
Il Castello di Sonnino si trova sull'itinerario turistico "Architettura del Medioevo", un percorso alla scoperta di fortezze, castelli e roccaforti militari del periodo medievale.
Vai all'itinerario >