Il Castello di Poppiano a Montespertoli antico feudo dei Conti Alberti di Certaldo

Il Castello di Poppiano

castellopoppiano
Castello di Poppiano
La località Poppiano, come ricorda il toponimo, risulta abitata fin dai tempi dei romani, e fu probabile sede di una famiglia romana appartenente alla gens "Papia o Poppeia".

Nel periodo medievale la località divenne feudo dei Conti Alberti di Certaldo ai quali è attribuita la costruzione del Castello – e in seguito, come si rileva da un atto di eredità del 1199, a una delle famiglie più potenti della Toscana, i Guicciardini.

La famiglia dei Guicciardini ebbe fin dal 1200 un ruolo importante nella vita sociale, politica ed economica di Firenze e della Toscana.
Nel 1416 Piero Guicciardini fu nominato "Conte Palatino" dall'Imperatore Sigismondo del Lussemburgo, mentre Francesco Guicciardini, lo Storico (1483-1540) dopo aver coperto importanti incarichi con la famiglia dei Medici come ambasciatore in Spagna, Governatore di Modena e Reggio, Capo della Lega di Cognac, si ritirò a Firenze e a Poppiano dove scrisse parte della sua opera più nota, la "Historia d'Italia".

castellosonnino_1
Castello di Poppiano
Il Castello di Poppiano era una possente costruzione medioevale con un triplice giro di mura costruito intorno all'anno mille come fortezza a difesa esterna di Firenze.

Il Castello di Poppiano venne più volte saccheggiato e distrutto nel corso dei secoli, dalle truppe armate in lotta contro Firenze.

Fu qui che si accampò nel 1369 dopo la battaglia di Fosso Armonico, vicino a Cascina, Giovanni Acuto (John Hawkwood, il famoso Condottiero di Ventura Inglese).
In seguito, il Castello di Poppiano fu in parte rovinato nel 1529 durante l'assedio di Firenze, come ricorda Francesco Guicciardini nelle Memorie.

castellopoppiano_2
Castello di Poppiano
Verso la metà del XVI secolo il Castello di Poppiano divenne il luogo di villeggiatura di Vincenzo Borghini, filologo e storico toscano, attivo a Firenze alla corte di Cosimo I de' Medici e di suo figlio Francesco I. Egli amava incontrarsi proprio a Poppiano con alcuni fra i più importanti personaggi dell'epoca quali il pittore, architetto e letterato Giorgio Vasari.

Nel corso dei secoli il castello di Poppiano ha subito molteplici rifacimenti, il più consistente dei quali venne effettuato a seguito di un terremoto che distrusse la torre tra il 1811 e 1815.

Oggi, come fin dalla sua costruzione, il Castello di Poppiano con la vicina Chiesa di San Biagio, è situato su un'altura collinare che ospita l'insediamento abitativo da cui si può godere di una panoramica unica e insostituibile del paesaggio circostante, ricco di vegetazione, vigneti e oliveti, tipici della campagna toscana e mostrandosi ancora con l'antica imponenza.

a-itinerari_turistici
Itinerario - Architettura del Medioevo
Il Castello di Sonnino si trova sull'itinerario turistico "Architettura del Medioevo", un percorso alla scoperta di fortezze, castelli e roccaforti militari del periodo medievale.
Vai all'itinerario >