Il Castello di Montegufoni sulla Via Volterrana a Montespertoli risalente alla seconda metà XII secolo

Il Castello di Montegufoni

montegufoni
Castello di Montegufoni
Situato sulla Via Volterrana - la strada che da Firenze, attraversando la Toscana venne usata fin da Carlomagno e dagli imperatori che a lui seguirono, per raggiungere Roma - il Castello di Montegufoni, risalente alla seconda metà del XII secolo, fu di proprietà della nobile famiglia Toscana degli Acciaioli.

In origine, sull'area in cui si trova il Castello di Montegufoni si trovava un piccolo borgo formato da sette edifici staccati l'uno dall'altro, destinati ad ospitare gli artigiani e gli agricoltori al servizio dei proprietari e racchiusi nel giro delle mura che lo recingevano, mentre poco distante, si trova ancora oggi la Chiesa di San Lorenzo, completamente restaurata alla metà del XVII secolo e che ancora oggi è possibile visitare.

montegufoni_1
Castello di Montegufoni
Qui vi nacque il 12 settembre 1310 Niccolò Acciaioli, caro amico del Boccaccio e del Petrarca, nominato alla metà del Trecento Gran Siniscalco del Regno di Napoli, a cui si deve la costruzione della magnifica Certosa di Firenze, luogo in cui è sepolto.

Nel 1386 per volere di Donato Acciaioli furono costruite la Torre che ricorda quella del Palazzo Vecchio a Firenze, e altri ambienti, che si andarono ad aggiungere a quelli già esistenti.

A seguito di un primo intervento di Ottaviano Acciaioli, che nel 1632 arricchì l'edificio di quaranta stanze seguì l'intervento più vistoso che ha connotato l'aspetto del castello, con il giardino all'italiana ornato da grotte artificiali e fontane che lo trasformarono in una lussuosa dimora di campagna per le riunioni e i convegni delle nobili famiglia della Toscana, tra cui anche la famiglia dei Medici.

Il castello rimase di proprietà della famiglia Acciaioli fino al XIX secolo.

montegufoni_2
Castello di Montegufoni
Nel 1909 l'intero complesso venne acquistato dall'inglese Sir George Sitwell dando un nuovo impulso alla vita del castello iniziando un'importante opera di arricchimento, culminata con la decorazione ad affresco di una stanza del castello ad opera del pittore Gino Severini (1922).

Insieme agli affreschi del Severini tra le opere più significative sono da segnalare la Cappella della famiglia Acciaioli, completamente decorata dal pittore fiorentino Cosimo Ulivelli (1673-1681) e gli affreschi che ornano gli appartamenti di Donato Acciaioli, realizzati sempre negli stessi anni da Agnolo Gori.

Durante la Grande Guerra furono nascoste nel castello la "Primavera" di Botticelli e altri capolavori di pittori toscani oggi esposti nella Galleria degli Uffizi.

a-itinerari_turistici
Itinerario - Architettura del Medioevo
Il Castello di Montegufoni si trova sull'itinerario turistico "Architettura del Medioevo", un percorso alla scoperta di fortezze, castelli e roccaforti militari del periodo medievale.
Vai all'itinerario >