Villa Romana del Vergigno a Pulica risalente alla seconda metà del I secolo a.C.

Villa Romana del Vergigno a Pulica

villaromana
Villa Romana del Vergigno
A sud-est della frazione di Pulica tra i torrenti Pesa e Virginio si trovano i resti di una antica Villa Romana risalente alla seconda metà del I secolo a.C.

L'area archeologica venne individuata dal Gruppo Archeologico di Montelupo agli inizi degli anni ottanta, destò maggiore interesse quando nel 1989 a seguito di una profonda aratura del terreno vennero alla luce i resti della pavimentazione di un'antica fornace.

Gli scavi successivi, che si allargarono fino a comprendere un'area di circa 3.000 mq, permisero la scoperta di una struttura di vaste dimensioni la cui architettura era tipica di una villa rustica romana.
Villa Romana di Pulica
Tra i ritrovamenti dei numerosi reperti archeologici, in particolare nell'area di appartenenza all'antica fornace, risulta interessante una serie di anfore – alcune di esse sono esposte al museo archeologico - che in antichità vennero frantumate a causa di difetti di fabbricazione, per la realizzazione del sottofondo della pavimentazione della fornace.
Sono emerse inoltre ceramiche a vernice nera e ceramiche d'impasto dette a "chiara granulosa" di tradizione etrusca e presenti anche in altri ritrovamenti in altre zone della Toscana, e in particolare nei pressi di Montereggi nel comune di Capraie e Limite.

Dagli scavi archeologici, risultano degli edifici che occupano uno spazio di circa 200 metri di lunghezza e altrettanti di larghezza, mettendo alla luce la parte residenziale della villa romana, che si distingue da quella produttiva e agricola, mentre ben distante si trovava la fornace destinata alla produzione di laterizi e anfore.

Oggi è possibile visitare l'area archeologica della villa romana del Vergigno e il vicino parco pubblico con delle visita guidate senza tuttavia calpestare le zone interne della villa.
Tra gli eventi e manifestazioni di Montelupo, le "Notti dell'Archeologia" è una settimana dedicata all'archeologia di Montelupo, durante la quale è possibile visitare le zone interne alla villa sostando negli appositi spazi.

a-conoscere_toscana
Le Ville romane in Toscana
La diffusione delle ville rustiche romane in Italia e in Toscana si ha a partire dal I secolo a.C., quando l'espansione dell'impero romano nel mediterraneo generò un notevole flusso di schiavi che venivano impiegati nell'agricoltura.
Continua a leggere >