Il Vino nella Valdelsa in Toscana

Le origini dei vitigni sono perse nella notte dei tempi e secondo alcuni studiosi i primi reperti rinvenuti risalgono addirittura al 5100 a.C., quindi a 7000 anni fa. Sembra comunque che il primo vino sia stato prodotto del tutto per caso (come è avvenuto per il pane lievitato) per la fermentazione accidentale di uva dimenticata in un recipiente.

Tra i prodotti derivanti dalla coltivazione della terra il vino è certamente quello che ha reso la Toscana famosa nel mondo diventandone il simbolo per eccellenza.

Anche la Valdelsa, che della Toscana è il cuore centrale, è caratterizzata da colline disegnate da lunghi filare di vigne che regalano un vino genuino e dal sapore intenso, vino ideale per accompagnare i piatti della cucina Toscana.

Per gli amanti del vino in tutte le sue diverse particolarità la Valdelsa è il luogo ideale dove testare le varie tipologie di vino, infatti molti vigneti producono Chianti D.O.C.G., in particolare nella zona di Montespertoli, Città del Vino e considerata una delle "capitali" del vino in Toscana.

E' proprio qui che vengono prodotti il Chianti Montespertoli ed il Chianti Colli Fiorentini, a cui sono dedicate la Mostra del Chianti tra la fine di maggio e l'inizio di giugno, e la Festa del Vino Novello, che si tiene il primo fine settimana di novembre. La passione del vino richiama a queste manifestazioni moltissime persone per testare le produzioni delle molte aziende agricole che si trovano nella zona.

Va detto tuttavia che ottime produzioni di vino caratterizzano tutta la Valdelsa: tra Cerreto Guidi e Vinci operano il Consorzio Viticoltori di Cerreto ed il Consorzio di Valorizzazione e Promozione dei Prodotti Agricoli delle Colline di Vinci. Da questi uvaggi tipici di chianti sono prodotti il Cerreto, il Chianti Montalbano ed il Colli dell'Etruria Centrale, mentre nei vigneti vicino ad Empoli si può degustare un ottimo Bianco Empolese D.O.C.

Per assaggiare i vini della zona non dimenticate di partecipare ai numerosi eventi e manifestazioni come la Festa del Vino di Cerreto Guidi, a luglio, e la Festa dell'Olio e del Vino Nuovo, che si tiene a Vinci nel mese di novembre, la Mostra del vino a maggio e la Festa del vino novello a novembre che si svolgono a Montespertoli.

La cultura della Toscana e della Valdelsa è fortemente orientata alla valorizzazione del prodotto principe di questa terra e per questa ragione, recentemente, sono stati realizzati nuovi vigneti che affiancano i vitigni classici come il Sangiovese, Trebbiano e Malvasia. Cabernet Sauvignon, Merlot e Sirah sono solo alcune delle tipologie di uve che sono state recentemente impiantate e che hanno dato la possibilità ai viticoltori di produrre ottimi vini IGT - conosciuti anche come "supertuscan" -solitamente invecchiati in botte di rovere nelle moderne cantine delle aziende agricole.

Anche per migliorare e per diffondere la cultura del vino, in Toscana si è negli anni sviluppato il turismo eno-gastronomico, che ha il grande vantaggio di permettere a tutti di conoscere un territorio ricco di storia e di meravigliosi paesaggi,partendo dalla scoperta dei sapori tipici ed originali dei prodotti genuini della terra.

Per questa ragione esistono e sono sempre più valorizzate le strade del vino che sono proprio itinerari che si snodano nella campagna toscana attraversando territori prevalentemente coltivati a vigneti ed oliveti, in cui si trovano fattorie, cantine e aziende agricole e dove è possibile sostare ed acquistare o degustare eccellenti qualità di vino ed olio oltre ad altri prodotti tipici.

Importanti e famose per la varietà delle offerte che propongono sono le numerose manifestazioni, mercatini ed eventi che si svolgono nella Valdelsa e che sono dedicati al vino.

"et però credo che molta felicità sia agli homini che nascono dove si trovano i vini buoni"
(Leonardo da Vinci)

a-conoscere_toscana
Le tipologie del vino
Al fine di valorizzare le diverse qualità di vino e distinguere le località di produzione, vengono utilizzate delle sigle. Con l'ovvia esclusione dei vini da tavola generici che non possono essere etichettati con riferimento ad aree viticole, a vitigni e ad annate particolari, si possono trovare i vini DOCG, DOC e IGT.
Continua a leggere >
Le strade del vino nella Valdelsa in Toscana
Al fine di promuovere il turismo eno-gastronomico in Toscana e valorizzare la produzione del vino e dell'olio, sono state realizzate le "Strade del Vino", dei percorsi che attraversano territori prevalentemente coltivati a vigneti ed oliveti, in cui si trovano fattorie, cantine e aziende agricole che producono eccellenti qualità di vino ed olio.
Continua a leggere >
Il Vino, tra storia e tradizione
La centralità della Toscana, snodo di ogni scambio, traffico o di semplice passaggio per pellegrini, viandanti e commercianti , ha determinato lo sviluppo e l'evoluzione anche dell'agricoltura . Per quanto concerne il vino, quindi, dalla coltivazione die vitigni più classici della Toscana quali il Sangiovese e il Trebbiano, ben presto, attraverso l'impianto di nuove uve si arrivò all'introduzione del Moscato e della Malvasia.
Continua a leggere >
La Storia del Chianti in Toscana
Il vino Chianti vanta origini antichissime, tanto da dare il nome addirittura ad una parte della Toscana. Secondo alcuni il vino chianti era già noto agli Etruschi, certamente se ne parla in documenti dell'anno 913 e in altri del 1037, ritrovati nella Badia a Coltibuono.
Continua a leggere >