Strada del Vino Chianti Montespertoli

La Strada del Vino Chianti di Montespertoli in modo particolare permette di apprezzare la dolcezza delle colline di Montespertoli ricche di viti, ulivi, cipressi, ville e castelli. La Strada del vino Chianti di Montespertoli attraversa il territorio in cui si produce il Chianti Montespertoli DOCG.

La zona di Montespertoli, dato il clima, l'esposizione e il terreno, è ideale alla coltivazione della vite; possiede una superficie vitata di circa ha 1.600 di cui 1.400 coltivati a DOCG. Con appropriate selezioni delle uve si produce un Chianti destinato all'invecchiamento, adatto a diventare riserva, richiesto dai consumatori più esigenti e soprattutto dal mercato estero. I vini bianchi, ottenuti da uve Trebbiano e Malvasia a fermentazione controllata, sono andati sempre migliorando anche per il fatto che negli ultimi anni sono stati impiantati vigneti con vitigni considerati nobili come Pinot bianco, Chardonnay e Riesling.

Il percorso della Strada del vino Chianti di Montespertoli parte da Montespertoli e si suddivide in itinerari minori. Da Montespertoli si percorre la Via Lucardese passando di fronte al Museo del Vino e si raggiunge il borgo medievale di Lucardo, poi si prosegue per le località Trecento, Monte Albino e San Lorenzo, fino a passare di fronte alla stupenda Pieve di San Piero in Mercato che vale la pena di visitare insieme all'adiacente Museo di Arte Sacra.

Da Montespertoli si diramano altri percorsi nella campagna di Montespertoli, uno dei quali scende a Bacchiano e percorrendo la strada lungo il torrente Virginio giunge a Ginestra Fiorentina e da qui, passando nei pressi di un'antica Villa Romana del Vergigno si sale fino a San Donato in Livizzano.


Visualizza Strada del vino di Montespertoli in una mappa di dimensioni maggiori

a-conoscere_toscana
Cosa fare e cosa visitare lungo l'itinerario
Alle porte di Firenze, il territorio di Montespertoli è la terra, delle dolci colline rinascimentali, che ricordano un passato fatto di vita cavalleresca. D'altra parte è anche la terra delle fattorie, dei poderi, delle dimore contadine isolate, di quella che un tempo era la dura vita dei mezzadri. Oggi di questo passato rimane l’amore per la propria terra e per uno degli angoli di Toscana maggiormente ricchi di storia e fascino,che ha lasciato integre le proprie tradizioni e stili di vita.
Prodotti tipici e specialità lungo l'itinerario
Percorrendo la Strada del Vino Chianti di Montespertoli sarete guidati dai profumi e dagli odori della buona cucina e dei prodotti tipici che si respirano nell'aria nella campagna di Montespertoli. Non perdete l'occasione di fermarvi in una trattoria o in un ristorante nella campagna di Montespertoli cenando all'aperto affacciati sullo splendido paesaggio della campagna Toscana assaggiando la “ribollita”, la “panzanella”, la “pappa al pomodoro” o i “tagliolini al tartufo”. Potrete degustare un'ottima “tagliata alla fiorentina” accompagnata da un buon bicchiere di vino Chianti Montespertoli DOCG, la “bruschetta” fatta col Pane di Montespertoli e condita con l'olio extravergine di oliva assieme al formaggio Marzolino di Lucardo o ad un buon pecorino Toscano e ai salumi toscani come il prosciutto, la “finocchiona” e il salame toscano. Come dessert non dimenticate di assaggiare i “cantuccini di Prato” insieme al Vin Santo del Chianti di Montespertoli.
Strada del Vino Chianti Colli Fiorentini
La Strada del Vino Chianti Colli Fiorentini venne costituita il 17 aprile 2000, e come dice il nome stesso raccoglie una serie di percorsi che attraversano le colline che circondano Firenze, e comprende i territori dove viene prodotto il pregiato vino Chianti Colli Fiorentini. Continua a leggere >
Strada dell'olio e del vino del Montalbano e delle colline di Leonardo
La "Strada dell'olio e del vino del Montalbano e delle colline di Leonardo", nasce grazie alla volontà degli otto comuni del comprensorio (Capraio e Limite, Cerreto Guidi, Lamporecchio, Larciano, Monsummano Terme, Quarrata, Serravalle Pistoiese e Vinci) di salvaguardare e promuovere ambiente e prodotti, unificando nel territorio, produzioni agricole, arte e cultura. Continua a leggere >