Pieve di San Giovanni Battista in Greti a San Ansano

sangiovannisanansano_2
Pieve di San Giovanni Battista
in Greti a San Ansano
La Pieve romanica di San Giovanni Battista in Greti, è considerato il luogo di fede più antico e ricco di storia del territorio di Vinci, è situato alle pendici delle colline del Montalbano si in località San Ansano. Le prime notizie si hanno in un diploma dell'Imperatore Ottone III nel 998 come dipendente della Diocesi di Pistoia.
La Chiesa venne in seguito dedicata anche a Sant'Ansano, il cui corpo ritrovato a Siena suscitò profonde emozioni, e del quale la pieve riuscì a procurarsi la reliquia del dito

Anche se subì alcune modifiche nel corso del XVII e XVIII secolo, grazie ad un restauro avvenuto nel secondo dopoguerra, sono stati riportati alla luce alcuni elementi della struttura originale.

La Chiesa, a pianta rettangolare, presenta al suo interno a tre navate separate da archi a tutto sesto su eleganti colonne, i cui capitelli presentano notevoli esempi di decorazione scultorea.

Di particolare interesse la pala d'altare a tempera di scuola giottesca del secolo XIV con "Sant'Ansano e angeli", e nel coro la tela raffigurante "Sant' Alessandro I Papa liberato dal carcere da un angelo" (1625) opera del pittore senese Rutilio Manetti.

E' inoltre possibile ammirare una pregevole opera realizzata da un artista fiorentino del XVII secolo e raffigurante "Sant'Antonio da Padova, San Brunone e San Filippo Neri", due acquasantiere in marmo del XVII secolo, e un "ciborio" in marmo del XVI secolo con sportellino dipinto raffigurante "l'Effusio Sanguinis".