Palazzo Pretorio

Il Palazzo Pretorio è situato in Via Sinibaldi, la strada che costeggia la cinta muraria del 1300. Il Palazzo Pretorio era l'antica sede del Podestà e presenta al suo esterno una loggia e un porticato con gli stemmi delle famiglie toscane che governarono Montelupo.

palazzopretorio
Palazzo Pretorio
Il Palazzo Pretorio era anche il luogo in cui si celebravano i processi. L'edificio ruota intorno alla sala della Giustizia dove si trovava il tavolo (detto banco della giustizia), dietro il quale sedeva il giudice affiancato dal notaio. In questa sala si trovano ancora alcuni frammenti stemmi dei podestà e parte di un affresco, riportato alla luce nel 1980, nel quale campeggia la "Madonna in trono (Maestà), affiancata dai santi Stefano (protettore di Capraia) e Giovanni Evangelista" (protettore di Montelupo).

L'affresco, presenta al margine un'aquila rossa con le ali spiegate, simbolo della Parte Guelfa di Firenze, e venne probabilmente eseguito verso il 1427 da Mariotto di Cristofano, un pittore legato alla scuola di Masolino da Panicale, e che aveva sposato la sorella di Masaccio.

Un altro affresco rappresenta un “Noli me Tangere” risalente ai primi del 1600.

Al piano superiore, nella camera del magistrato, si trova un piccolo tabernacolo murale raffigurante il "Crocifisso tra i dolenti" mentre sugli sguanci si trovano i "Santi Giovanni Battista e Antonio Abate" e databili ad un periodo tra la fine del 1300 e gli inizi del 1400.

All'interno del Palazzo Pretorio si trovano due cortili. Il primo cortile da' accesso a due ambienti utilizzati per mostre temporanee, ed è anche un piacevole luogo per sostare all'ombra, mentre il secondo cortile è circondato dalle strutture di un'antica fornace ceramica, attiva fino agli anni '70 del Novecento. Gli ambienti della fornace sono conservati in ottimo stato e si possono visitare.

Nel Palazzo Pretorio si svolgono alcune attività didattiche del Museo della Ceramica, che avuto sede nel Palazzo Pretorio fino al 2008.

Oggi, all'interno del Palazzo Pretorio, vi è stato allestito il Museo Contemporaneo di Montelupo.