Museo Civico di Fucecchio

Il Museo di Fucecchio, fondato nel 1969 come museo di Arte Sacra, venne riaperto nel 2004 nella sede attuale, presso il Palazzo Corsini in Piazza Vittorio Veneto nel centro storico della città.

Il Museo di Fucecchio, suddiviso in tre sezioni, archeologica, storico-artistica e naturalistica, consente di conoscere la storia di questa area della Toscana compresa tra le Cerbaie, la bassa Valdinievole e il Valdarno inferiore, dalla fine del periodo Terziario fino all'età moderna.

Il Museo, presenta inoltre la storia di Fucecchio dal punto di vista naturalistico fino alle produzioni artigianali e artistiche, dal periodo Medievale in Toscana all'età contemporanea, arricchita anche da donazioni di privati.

La sezione Archeologica è situata al piano terra, e mostra gli aspetti legati al popolamento di Fucecchio e del territorio circostante attraverso il materiale proveniente da recenti scavi archeologici e risalente tra l'era Paleolitica e il XVIII secolo.

Questa sezione inizia presenta dei reperti che documentano l'evoluzione dell'ambiente naturalistico di Fucecchio – dal mare pliocenico alle fasi continentali pleistoceniche – oltre a manufatti di cacciatori nomadi dell'era Paleolitica e testimonianze di insediamenti dell'età del Bronzo e del Ferro.

Se il periodo etrusco e romano è quello meno documentato, del periodo medievale e feudale si ha una notevole quantità di reperti e documentazioni. Il museo raccoglie reperti e ricostruzioni in scala di strutture civili e militari, tra cui il Castello di Salamarzana del conti Cadolingi, ed i resti di una abitazione povera del XII secolo rinvenuta nel 1984 sul poggio Salamartano. L'ultima sala è dedicata alle produzioni artigianali tra il Medioevo e l'età moderna in Toscana, come alcuni decori di Chiese risalenti tra il XII e il XIV secolo, l'attività delle fornaci di ceramiche graffite del XVI e XVIII secolo ed un ingranaggio proveniente da un vecchio mulino di epoca Medievale.

La sezione storico artistica del Museo di Fucecchio custodisce una raccolta di dipinti e oggetti di Arte Sacra provenienti dall'Abbazia di San Salvatore e dalla Collegiata di Fucecchio datati tra il XIII e il XVIII secolo.

Di particolare interesse risulta un dipinto proveniente dalla vicina Collegiata raffigurante la "Madonna in Gloria con Santi" realizzata da Giovanni di Ser Giovanni detto "lo scheggia" e fratello del famoso pittore Masaccio, eccellente esempio di pittore minore del Rinascimento in Toscana.

E' possibile inoltre ammirare una "Madonna con Bambino" di Zanobi Machiavelli, pittore fiorentino della scuola di Filippo Lippi, ed alcune opere di Giovanni Larciani tra cui una "Natività e Santi" sormontata da una lunetta rappresentante la “Trinità tra gli Evangelisti”.
Tra gli oggetti Sacri si ricorda un reliquiario della Croce in cristallo di rocca del XV secolo, un raro acquamanile con rinfrescatoio in ottone del XVI secolo ed una collezione di parati sacri. E' inoltre documentata la storia e le tecniche delle manifatture tessili in Toscana tra il XVII e il XVIII secolo, oltre ad alcuni antichi tessuti provenienti da Venezia.
La sezione storico artistica termina con una collezione di opere realizzate tra i primi del Novecento e gli anni '60 dall'artista di Fucecchio Arturo Checchi,

La sezione naturalistica presenta esemplari di fossili e di fauna contemporanea raccolti dal medico Adolfo Lensi tra la fine dell'Ottocento e i primi del Novecento, a cui si aggiunsero altri reperti a seguito di donazioni o acquisti per un totale di circa 300 esemplari.

La collezione era inizialmente conservata presso Villa Lenso a Ponte a Cappiano, venne acquistata dal comune di Fucecchio nel 1978 e, dopo un accurato restauro, venne trasportata a Palazzo Corsini.

A testimonianza della ricchezza del patrimonio naturalistico del Padule di Fucecchio, sono esposti alcuni esemplari di rari uccelli acquatici come il "Gobbo rugginoso" ormai estinto in Italia, il "Pollo Sultano" che oggi si trova solo in Sardegna, e la "Moretta Tabaccata".

a-itinerari_turistici
Itinerario - Le Terre del Rinascimento
Il Museo di Arte Sacra si trova sull'itinerario turistico "Le Terre del Rinascimento" che si snoda a nord del Fiume Arno dai monti del Montalbano al Padule di Fucecchio per portarvi alla scoperta di un territorio ricco di storia, arte e natura attraversando colline punteggiate da paesini con campanili antichi e sentieri per passeggiate.
Vai all'itinerario >
Itinerario - Dall'era precambriana alla rivoluzione industriale
Il Museo di Fucecchio si trova sull'itinerario turistico "Dall'era precambriana alla rivoluzione industriale" un percorso che vi mostrerà un territorio sorprendente, accompagnandovi in un viaggio nel passato dall'era Precambriana allo sviluppo industriale del XX secolo, visitando musei ed aree naturalistiche alla scoperta dei segni lasciati dalle varie epoche che hanno preceduto quella attuale.
Vai all'itinerario >