Santuario della Madonna del Pozzo

santuariomadonnadelpozzo
Santuario della Madonna del Pozzo
La Chiesa della Madonna del Pozzo, che si affaccia su Piazza della Vittoria, è costituita da una parte più antica del XVI secolo circondata da un elegante loggiato, e dalla parte più moderna a pianta ottagonale realizzata nel 1621 dall'architetto empolese Andrea Bonistalli, mentre il campanile risale al XVIII secolo.

Al suo interno si può ammirare un dipinto raffigurante la "Madonna col Bambino e Santi".

Collegiata di Sant'Andrea

collegiatasantandrea
Collegiata di Sant'Andrea
La Collegiata o Pieve di Sant'Andrea è il monumento simbolo di Empoli, attorno alla quale si è sviluppata nei secoli la struttura urbanistica della città.

La Collegiata di Sant'Andrea, seppur menzionata in un documento del 780, risulta essere stata costruita nel 1093.
La facciata, realizzata in marmi verdi e bianchi, tipici dell'architettura romanico-fiorentina, ricorda lo stile di altre famose chiese della Toscana, come quella di San Miniato a Monte a Firenze, anche se la parte superiore venne ridisegnata da Ferdinando Ruggeri nel 1736.

collegiatamarmo
Collegiata di Sant'Andrea (particolare)
Il suo interno, profondamente ristrutturato nel XVIII secolo, con la sopraelevazione e sopprimendo la suddivisione in tre navate, venne ricostruito dopo i gravi danni subiti durante la seconda guerra mondiale.

La Collegiata di Sant'Andrea custodisce preziosi dipinti realizzati da famosi pittori toscani come il trittico di Lorenzo di Bicci raffigurante la "Madonna in trono fra i Santi Martino, Andrea, Agata e Giovanni Battista".

Le cappelle laterali conservano importanti opere d'arte la le quali il "Santissimo Crocifisso" del XIV secolo e un dipinto di Francesco Fiorentino raffigurante il "Martirio di Santa Lucia".

collegiatacampanile
Collegiata di Sant'Andrea (campanile)
La Collegiata di Sant'Andrea custodisce anche una serie di oggetti sacri come calici, croci, reliquiari e paramenti risalenti tra il XVI e il XIX secolo, oltre a dieci preziosi codici miniati databili tra il XIII e il XVI secolo.

Nelle adiacenze della Collegiata di Sant'Andrea si trova il Museo della Collegiata di Sant'Andrea, che oltre a custodire importanti opere d'arte, è uno dei più antichi musei ecclesiastici della Toscana.

 

Chiesa di Santa Maria a Ripa

santamariaripa
Chiesa di Santa Maria a Ripa
La Chiesa di Santa Maria a Ripa si trova in via della repubblica, la strada che da Empoli porta a Pisa.

Secondo alcune testimonianze, la Chiesa di Santa Maria a Ripa, che risale al XV secolo, venne costruita dai frati francescani intorno ad un'area su cui sorgeva un antico castello, e probabilmente uno dei primi insediamenti urbani di Empoli.

smripaloggiato
Chiesa di Santa Maria a Ripa
L'edificio rinascimentale a navata unica con cappelle laterali, è preceduto da un elegante loggiato, aggiunto nel 1580, mentre al suo interno sono custodite opere di grande pregio artistico tra cui alcune preziose terrecotte del Della Robbia ed alcuni dipinti del XVI e XVII secolo.

Adiacente alla Chiesa, presso l'Oratorio della Compagnia dell'Immacolata Concezione, è possibile ammirare sull'altare l'"Allegoria dell'Immacolata Concezione" eseguita nel 1596 dal famoso pittore toscano Jacopo Chimenti detto l'Empoli.

. . . . . .

Chiesa di Santo Stefano e Convento degli Agostiniani

chiesasantostefano
Chiesa di Santo Stefano e
Convento degli Agostiniani
Se dalla Piazza Farinata degli Uberti, si passa da Via Giuseppe Del Papa e si svolta a destra, si entra in via Santo Stefano, in fondo alla quale si trova la Chiesa di Santo Stefano, la cui costruzione risale tra la fine del XIV e gli inizi del XV secolo.

All'interno della Chiesa di Santo Stefano, suddivisa in tre navate con cappelle alterali, è possibile ammirare le sinopie del famoso pittore toscano, Tommaso di Cristoforo Fini noto come Masolino da Panicate, dedicate al tema della "Storia della Croce" ed un affresco con "La Madonna con il Bambino e gli Angeli" gli affreschi di Bicci di Lorenzo raffiguranti i "Fatti della Vita di Cristo" una "Deposizione" del Cingoli; un "Annunciazione" in marmo di Bernardo Rossellino; una "Natività" del Passignano ed un "Martirio di Santa Caterina" di Rutilio Manetti.

Adiacente alla Chiesa, si trova il Convento degli Agostiniani con il bel Chiostro del XVI secolo.