Cenni storici

castello
Castello di Certaldo
Come testimoniano alcuni ritrovamenti nel territorio, Certaldo risultava abitato già in epoca etrusco-romana, conosciuto come importante centro di scambi commerciali che avvenivano tra la costa della Toscana e l'entroterra.

Tuttavia, è a partire dal medioevo che l'area conobbe un notevole sviluppo urbanistico ed economico grazie anche alla di una delle direttrici della Via Francigena che attraversava in territorio di Certaldo in direzione di Siena.

La storia di Certaldo ha inizio nel 1164, quando l'imperatore Federico Barbarossa concesse il "Castrum Certaldi" e il suo territorio ai conti Alberti di Prato- famiglia nobile della Toscana - che esercitarono il loro domino fino alla fine del 1200, in particolare nel 1293, anno in cui Certaldo fu definitivamente assoggettata a Firenze.

muracastello
Mura del castello di Certaldo
Lo sviluppo del Castello di Certaldo con le sue mura e le torri avvenne nel 1202 dopo che la vicina Semifonte venne distrutta per aver osato sfidare Firenze, come risulta da una incisione su un capitello del Chiostro della Chiesa di San Tommaso e San Prospero.

Più tardi, dal 1415 al 1784, Certaldo divenne sede del Vicariato – il cui Palazzo del Vicario e sede dei Conti Alberti spicca all'interno del borgo -, estendendo la sua giurisdizione fino a Empoli e Montelupo, diventando un centro politico e giudiziario tra i più importanti in Toscana.

certaldobasso
Parte bassa di Certaldo
La parte bassa e moderna del paese, si sviluppò a partire dal 1700 e in particolare dal 1849 quando fu costruita la ferrovia Empoli-Siena favorendo la crescita di attività artigianali legate alla lavorazione del vetro e del tabacco.

La costruzione della ferrovie favorì lo sviluppo di scambi, oltre che culturali, anche commerciali tra le città della Toscana.
Dopo la seconda guerra mondiale si svilupparono in tutto il territorio della Toscana, ma in particolare a Certaldo, aziende legate all'industria tessile e dell'abbigliamento.

a-conoscere_toscana
Il borgo di Semifonte
Se da Certaldo si segue la strada che porta a Barberino Valdelsa, nei pressi della località Petrognano si entra nella zona dove verso la fine del XII secolo si erigeva Semifonte, un borgo fortificato e circondato da circa 3 chilometri di mura, cinque porte e all'interno un Castello con quattro torri.
Continua a leggere >

 

a-curiosita_toscana
Qual'è l'origine del nome di Certaldo?
E' noto che Certaldo è situato sulla sommità di una collina che sovrasta la valle del fiume Elsa, ma forse non tutti sanno che...
Continua a leggere >
Cosa Hanno in comune la Cupola di San Michele Arcangelo e la Cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze?
Se da Certaldo si segue la strada che porta a Barberino Val d'Elsa, si incontra la località San Donnino dove si può ammirare la cupola di San Michele Arcangelo.
Continua a leggere >