BEGO - Museo di Benozzo Gozzoli

museobego
BEGO - Museo di Benozzo Gozzoli
Situato in Via Testaferrata, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dal centro storico di Castelfiorentino, BEGO è il museo dedicato a Benozzo Gozzoli, e raccoglie gli affreschi e le sinopie di due monumentali tabernacoli affrescati dal Benozzo Gozzoli nel territorio di Castelfiorentino: il Tabernacolo della Madonna della Tosse, affrescato nel 1484 e il Tabernacolo della Visitazione affrescato nel 1491.

Entrando nel museo, al piano terra, si può ammirare il grande affresco del Tabernacolo della Visitazione alto 6 metri. Originariamente si trovava all'interno del Tabernacolo della Visitazione che sorgeva isolato fuori del Convento delle suore francescane di Santa Maria della Marca, all'esterno dal circuito murario della città medievale e rinascimentale.

Il Tabernacolo della Visitazione fu dipinto da Benozzo Gozzoli e dai suoi figli, Francesco - il maggiore - e Alfonso (poi corretto in Alesso) nel 1491 - 1492 su commissione di Messer Grazia da Castelnuovo, priore della Chiesa di Santa Maria Assunta a Castelnuovo, come testimonia un documento di Messer Cosimo Bindi confessore delle monache di Santa Maria della Marca nel suo Libro di Memorie e conservato presso l'Archivo vescovile di Volterra, in cui riporta in data 20 ottobre 1637 il giorno in cui l'opera venne commissionata: il 12 febbraio 1491, e i nomi degli autori: "Mastro Benozzo fiorentino e Francesco e Alfonso suoi figlioli".

tabernacolomadonnatoss
Tabernacolo della Madonna della Tosse
Salendo le scale del museo, si accede su un soppalco che si affaccia sul Tabernacolo della Visitazione e da cui si possono ammirare alcune sinopie trovate n occasione del distacco della parte pittorica dei tabernacoli nel Novecento.

Su questo soppalco è stato collocato il secondo Tabernacolo affrescato da Benozzo Gozzoli: il Tabernacolo della Madonna della Tosse.

Originariamente, l'affresco si trovava nel Tabernacolo della Madonna della Tosse situato sulla strada che da Castelfiorentino conduce alla frazione di Castelnuovo d'Elsa. L'edificio costruito nel 1484 subì diverse ristrutturazioni, tra cui quella avvenuta nel 1853 quando il tabernacolo fu inglobato in una cappella di stile neogotico e fu trasformato in oratorio, anche per proteggere gli affreschi dalle intemperie.

tabernacolotossepart
Tabernacolo della Madonna della Tosse
Anche questo dipinto fu realizzato da Benozzo Gozzoli su commissione di Messer Grazia da Castelnuovo, priore della chiesa di Santa Maria Assunta, come ricorda una iscrizione sul fronte del tabernacolo stesso: "HOC TABERNACULUM FECIT FIERI DOMINUS GRATIA PRIOR CASTRI NOVI AD HONOREM SCE MARIE VIRGINIS DIE XXIIII DICEMBRIS MCCCCLXXXIIII".

Durante il periodo della sua attività, Benozzo Gozzoli, realizzò molte altre opere in Toscana, Umbria e Lazio. A Castelfiorentino, eseguì un altro affresco – ancora conservato nel Palazzo del Comune – di notevole importanza, che rappresenta "Santa Verdiana", la Santa Patrona di Castelfiorentino, raffigurata secondo la tradizionale iconografia, come una suora vestita dell'abito scuro e accompagnata dai caratteristici attribuiti: i serpenti e il canestrino di vimini.

In Toscana vale la pena visitare altre opere di Benozzo Gozzoli come l'affresco del Tabernacolo dei Giustiziati situato presso la Chiesa dei Santi Tommaso e Prospero a Certaldo, e La cappella di Santa Caterina che si trova a Legoli, nel comune di Peccioli, in provincia di Pisa.

a-itinerari_turistici
Itinerario - La Valdelsa Fiorentina
Il Museo di Benozzo Gozzoli si trova sull'itinerario turistico "La Valdelsa Fiorentina". Questo itinerario vi porterà alla scoperta della cultura rinascimentale visitando musei ricchi di testimonianze, affreschi, dipinti e tante altre opere meno conosciute ma di grande valore .
Vai all'itinerario >
Itinerario - L'arte e architettura del Rinascimento
Il Museo di Benozzo Gozzoli si trova sull'itinerario turistico "L'arte e architettura del Rinascimento" un percorso che vi mostrerà la Toscana nel periodo rinascimentale e del dominio di Firenze con la famiglia dei Medici. Potrete ammirare l'arte e l'architettura di questo periodo visitando le ville Medicee e i palazzi del rinascimento.
Vai all'itinerario >