Chiesa di Santa Maria Assunta a Castelnuovo

castelnuovo
Castelnuovo
Situata a Castelnuovo d’Elsa – una località a pochi chilometri da Castelfiorentino -, la Chiesa di Santa Maria Assunta conserva ben poco dell'antica costruzione romanica a seguito degli interventi di ricostruzione avvenuti nel XVIII secolo.
L’unico elemento originario dell’antica struttura medievale è il grande campanile in laterizio coronato da una serie di archetti pensili e alcuni particolari architettonici rinvenuti dall'ultimo restauro sulla parete retrostante l'altare.

Al suo interno, nella parete posteriore dell'altare, è posto un Tabernacolo in pietra serena del 1460, mentre l’altare maggiore, anch’esso in pietra serena, è sovrastato da un affresco dedicato alla "Madonna Assunta".

chiesasantamariaassunta
Chiesa di Santa Maria Assunta
Sull'altare laterale destro si può ammirare un affresco raffigurante "San Francesco, San Domenico e Sant'Antonio" mentre su quello sinistro vi è un quadro raffigurante l'"Angelo Custode e la Madonna con due Santi". Nel locale adiacente alla chiesa, oltre a presentare interessanti decorazioni del soffitto, vi è un altare in pietra decorato con stucchi marmorizzati. Sopra è collocato un dipinto che rappresenta "L'Annunciazione della Vergine" e che è inserito in una tavola, dove sono rappresentati i Misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi e Santa Caterina da Siena, San Domenico e la Madonna.

annunciazioneneridibicci
Annunciazione di Neri di Bicci
Nel dipinto dell'Annunciazione, attribuito al famoto artista toscano Neri di Bicci e databile attorno al 1471, rappresenta l’Arcangelo Gabriele e la Madonna sotto un ricco porticato al di là del quale si intravede un paesaggio. Per questi tipi di dipinti, Neri di Bicci, si è probabilmente ispirarato ad artisti come il Beato Angelico e Benozzo Gozzoli.

A fianco dell'Annunciazione è posto il quadro della "Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina da Siena". Sempre nel locale adiacente alla Chiesa di Santa Maria Assunta si trova anche un quadro raffigurante la "Nascita della Madonna".